Aiutaci a crescere clicca
MP notifica

Non sei identificato sul sito.

Chi è online
 149 visitatori online
MP mailbox

Non sei identificato sul sito.

Home Cose da sapere A - Z P P di... Progetto: come progettare un giardino, primi passi


P di... Progetto: come progettare un giardino, primi passi

Indice

Considerare il Clima

Un elemento importante da considerare è la conoscenza del luogo, poichè il carattere del giardino dipende dalle condizioni climatiche, il clima è fondamentale perchè determina il tipo di piante che possono crescere in giardino.

La cosa migliore da fare sarà quella di osservare che cosa cresce e che cosa viene coltivato nei giardini vicini, sarà opportuno considerare quindi i fattori climatici che influenzano la crescita delle piante, come l'altitudine, la durata e l'intensità degli inverni e il vento.

Gli alberi e i palazzi circostanti possono creare imbuti di vento e procurare danni alle coltivazioni, bisogna quindi cercare di creare un proprio microclima, minimizzando gli effetti, costruendo una barriera, ad esempio, contro i venti gelidi.

Altro fattore non meno importante è la conoscenza del terreno: un terreno di buona qualità permetterà alle piante di crescere rigogliose, se invece è povero di nutrienti, bisognerà intervenire per migliorarlo. Da ultimo conoscerne le caratteristiche di acidità; se invece siamo in presenza di un terreno alcalino non potranno crescere piante acidofile come camelie e rododendri.

Foto‭ © Dana Frigerio

Torna all'indice

Sole ed Ombra

Un elemento importante da considerare è l'esposizione della vostra casa, questa avrà un effetto importante sul tipo di giardino che vorrete realizzare: l'esposizione migliore è in genere quella sud/ovest, che consente di ottenere il massimo soleggiamento durante le giornate (anche se nei climi caldi questo tipo di esposizione potrebbe farvi desiderare una zona ombreggiata fronte casa).
La qualità della luce influisce sulla progettazione del giardino e quindi sulla scelta delle piante; ad esempio, l'ombra costituisce un problema, perchè dà al giardino una sensazione di freddo: se possedete solo un angolo dove batte il sole, sarà bene inserirvi una panchina, un patio o una serra.
Bisogna porre attenzione anche agli altri edifici e agli alberi circostanti, perchè potrebbero diminuire il numero di ore di soleggiamento del vostro giardino, ma sono rari i casi di esposizione che presentano grossi ostacoli: una buona attenzione al problema in fase di progettazione vi aiuterà a creare un giardino perfetto.

Foto‭ © Dana Frigerio

Torna all'indice

Dimensione e Funzione

Per sfruttare al massimo lo spazio bisognerà per prima cosa prendere in considerazione le dimensioni reali del nostro giardino. Lo spazio a nostra disposizione ci darà un'idea di quante zone si possono creare e del numero di piante che si possono collocare: se il giardino è di piccola dimensione bisognerà sfruttare le superfici verticali, con dei rampicanti o con dei vasi sospesi.
Un fattore importante da considerare è l'aspetto funzionale del giardino, analizzando per prima cosa  le vostre necessità, ancor prima di pensare agli alberi o agli arbusti da inserire.
Considerare quindi gli aspetti pratici della vita quotidiana: la collocazione della compostiera, della pattumiera, gli attrezzi da giardino o lo spazio per asciugare i panni...
 Alcuni spazi dovranno essere pavimentati e avere una certa illuminazione anche di notte, o disporre di prese elettriche o d'acqua.
Un giardino pensato per voi e per la vostra famiglia, pensato principalmente per i vostri bisogni, che sicuramente cambieranno nel corso del tempo; ad esempio se avete bambini, le caratteristiche del giardino cambieranno man mano che loro cresceranno: un luogo per riposare o un luogo per giocare?
In un giardino di grandi dimensioni il problema non esiste, bisognerà separare le varie zone, ma in un giardino di piccole dimensioni saranno previste solo una o due zone differenti.

Foto‭ © Dana Frigerio

Torna all'indice

La Forma

La forma che ha il nostro giardino influirà sul progetto finale, pochi giardini sono simmetrici; alcuni tipi di forme come quella rettangolare, a triangolo o a L offrono maggiori possibilità di creare un buon progetto rispetto a quella quadrata. Spesso i giardini hanno forme particolari, ad esempio: lunghi, stretti, ripidi... ma una buona analisi iniziale serve per rimodellare alcune di queste caratteristiche.
Collocando magari delle curve in un rigido spazio quadrato, o aggiungendo masse di arbusti per ammorbidire degli spigoli o mascherando forme poco gradevoli alla vista.
Uno spazio lungo e stretto può essere suddiviso con delle barriere poste lungo la sua larghezza; aggiungendo elementi decorativi, si può sottolineare tutta la lunghezza, utilizzando siepi, muretti o steccati si costruiranno schermature per creare ambientazioni differenti.
Considerate tutti gli elementi  in relazione agli altri,  forma + colore + trama + funzione: gli elementi casuali e poco meditati daranno un risultato poco gradevole al progetto finale.
Se non avete le idee chiare, conviene andare in giro ad osservare i diversi tipi di giardino, per trovare così l'ispirazione perfetta per cominciare ad elaborare il progetto del vostro giardino.

Foto‭ © Dana Frigerio

Torna all'indice