Aiutaci a crescere clicca
MP notifica

Non sei identificato sul sito.

Chi è online
 150 visitatori online
MP mailbox

Non sei identificato sul sito.

Home Novità Il giardino degli animali Cocciniglie (cotonose, degli agrumi, dell'olivo, delle piante ornamentali...); rimedi naturali e non e identificazione/ cura


Cocciniglie (cotonose, degli agrumi, dell'olivo, delle piante ornamentali...); rimedi naturali e non e identificazione/ cura

Le cocciniglie possono parassitare seriamente qualsiasi tipo di pianta.‭ ‬L'impatto delle infestazioni dipende dalla specie di cocciniglia,‭ ‬dalla specie vegetale,‭ ‬da fattori ambientali,‭ ‬e dai nemici naturali.‭

Spesso invece persino elevate popolazioni di alcune specie non danneggiano le piante.‭ ‬Alcune specie di cocciniglie espellono melata,‭ ‬un dolce,‭ ‬liquido appiccicoso prodotto dagli insetti che ingeriscono grandi quantità di linfa vegetale.‭ ‬Segue la fumaggine che anche se non porta danni diretti,‭ ‬ma solo estetici,‭ ‬può infastidire i proprietari e gli acquirenti di piante.

Le cocciniglie sono insetti inusuali e molte persone in un primo momento non le riconoscono come tali.‭ 

Segue una lista di cocciniglie (le più diffuse) con nome scientifico (nome comune), foto per riconoscere questi parassiti,‭ piante ‬ospiti comuni, linee guida per la prevenzione, cura e rimedi.

‭COCCINIGLIE A SCUDO‭  (‬Diaspididae‭)

Aonidiella aurantii‭ (‬cocciniglia bianca-rossa forte degli agrumi o rossa di California‭)   

F‬oto © bayercropscience

Gli agrumi sono altamente sensibili.‭ 
Ospiti di solito non danneggiati sono:acacia,‭ ‬bosso,‭ ‬Eugenia,‭ ‬Euonymus,‭ ‬uva,‭ ‬magnolia,‭ ‬gelso,‭ ‬ulivo,‭ ‬palme,‭ ‬Podocarpus,‭ ‬ligustro,‭ ‬rosa.

Furchadaspis zamiae‭ (‬cocciniglia delle cicadee‭)

Foto ©  ‬United States National Collection of Scale Insects Photographs Archive   
Cicadee‭ (‬Cycas revoluta‭) ‬gravemente infestate.‭    

Unaspis euonymi‭ (‬cocciniglia dell'evonimo‭)   

F‬oto ©  ‬Edward L.‭ ‬Manigault‭ 
Gli Euonymus japonica sono molto suscettibili.
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬Euonymus kiautschovica‭ (= ‬SIEBOLDIANA‭) ‬tollerante,‭ ‬E.‭ ‬alata inalterato.

Hemiberlesia lataniae‭ 

Foto‭ ‬©‭  ‬UNIVERSITY of FLORIDA ENTOMOLOGY and NEMATOLOGY DEPARTMENT
‭G‬eneralmente non dannosa,‭ ‬eccetto i kiwi.‭   
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬acacia,‭ ‬avocado,‭ ‬Cedrus,‭ ‬edera,‭ ‬Euonymus,‭ ‬Fatsia,‭ ‬fucsia,‭ ‬gladiolo,‭ ‬Grevillea,‭ ‬Kentia,‭ ‬filodendro,‭ ‬rosa,‭ ‬Rubus,‭ ‬Salix,‭ ‬yucca

Carulaspis minima‭  (‬cocciniglia delle Cupressacee‭)

Foto © Woody ornamental integrated pest management‭ (‬IPM‭)  ‭   
Cupressus sempervirens altamente suscettibili.‭    
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬cipresso arborvitae,‭ ‬ginepro

Aspidiotus nerii‭ (‬cocciniglia bianca del limone‭)

Foto ©  ‬Institut national de la recherche agronomique
Generalmente dannosa sui limoni.
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬acacia,‭ ‬aucuba,‭ ‬alloro,‭ ‬bosso,‭ ‬cactus,‭ ‬agrifoglio,‭ ‬edera,‭ ‬alloro,‭ ‬magnolia,‭ ‬Arctostaphylos,‭ ‬acero,‭ ‬gelso,‭ ‬oleandri,‭ ‬ulivi,‭ ‬palme,‭ ‬albero del pepe,‭ ‬cercis,‭ ‬palma da sago o cycas,‭ ‬Taxus,‭ ‬yucca

Parlatoria oleae‭ (‬Parlatoria dell'olivo‭)     

F‬oto ©  ‬United States National Collection of Scale Insects Photographs Archive‭ 
In genere mai preoccupante; macchie alle olive da mensa.
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬oliva e fruttiferi.

Lepidosaphes ulmi‭ (‬cocciniglia a virgola‭)   

F‬oto ©‭  ‬USDA Forest Service
Pioppi e salici particolarmente suscettibili,‭ ‬ciliegi.
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬ontano,‭ ‬Acer negundo L.,‭ ‬bosso,‭ ‬ceanothus,‭ ‬pioppo,‭ ‬fruttiferi decidui e noci,‭ ‬agrifoglio,‭ ‬acero,‭ ‬platano

Lepidosaphes Beckii‭ (‬cocciniglia a virgola degli agrumi)

Foto © ‭ ‬United States National Collection of Scale Insects Photographs Archive   
Agrumi.

Quadraspidiotus perniciosus‭ (‬cocciniglia di San José‭)

F‬oto © Purdue University
Drupacee e Pomacee altamente suscettibili.
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬acacia,‭ ‬pioppo,‭ ‬agrumi,‭ ‬pioppo,‭ ‬la maggior parte degli aceri,‭ ‬gelso,‭ ‬pioppo,‭ ‬Pyracantha,‭ ‬rosa,‭ ‬corbezzolo,‭ ‬salice.

COCCINIGLIE SENZA SCUDO:‭ ‬la copertura di protezione è una parte ispessita del corpo dell'insetto,‭ ‬piuttosto che una struttura separata.‭

Saissetia oleae‭ (‬cocciniglia mezzo grano di pepe‭)

Foto © plagasbajocontrol.com   
Talvolta fastidiosamente abbondante se in uliveti lontani dalla costa e soprattutto‭  ‬se le formiche le curano.‭    
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬pioppi,‭ ‬alloro,‭ ‬agrumi,‭ ‬pioppo,‭ ‬agrifoglio,‭ ‬acero,‭ Maytenus boaria,‭ ‬oleandri,‭ ‬ulivi,‭ ‬palme,‭ ‬pera,‭ ‬Schinus molle,‭ ‬pistacchio,‭ ‬pioppo,‭ ‬ligustro,‭ ‬drupacee,‭ ‬corbezzolo,‭ ‬noce.

Coccus hesperidum‭  (‬Cocciniglia bassa degli agrumi‭)

F‬oto © entomart.be   
Fastidiosamente abbondanti se le formiche le curano.
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭ ‬pioppi,‭ ‬avocado,‭ ‬agrumi,‭ ‬pioppo,‭ ‬agrifoglio,‭ ‬Arctostaphylos,‭ ‬palma,‭ ‬pioppo,‭ ‬drupacee,‭ ‬corbezzolo,‭ ‬salice.

Pulvinaria

D‬annosa per tiglio vite,‭ ‬ortensie.

Ceroplastes spp.‭ (‬cocciniglie ad elmetto‭)    

Fastidiosamente abbondante a volte su Escallonia,‭ ‬gardenia,‭  ‬Maytenus boaria.‭    
Ospiti di solito non danneggiati sono:‭  alloro,‭ ‬agrumi,‭ ‬agrifoglio,‭ ‬Mahonia,‭ ‬albero del pepe

COCCINIGLIE DI ALTRE FAMIGLIE‭

Icerya purchasi‭ (‬cocciniglia cotonosa solcata‭)

Cocculus laurifolius altamente suscettibili,‭ ‬in genere biologicamente controllato su altri ospiti:‭ ‬agrumi,‭ ‬Pittosporum,‭ ‬ginestre‭ (‬Spartium,‭ ‬Genista‭) ‬Acacia,‭ ‬Robinia e Nandina

Planococcus citri‭ (‬cocciniglie farinose‭)

F‬oto © ‬United States National Collection of Scale Insects Photographs Archive‭
e Pseudococcus longispinus‭ (‬simile con più raggi spinosi‭)‬:‭ ‬molto diffuse possono infestare di tutto:‭ ‬dagli agrumi agli oleandri ai gerani alle piante da interno e serra...

Rhizoecus falcifer‭ (‬cocciniglia delle radici‭)

Foto © Institute of Food and Agricultural Sciences foto University of Florida
Le piante tropicali d'appartamento‭ (‬comprese le piante grasse‭) ‬ne sono tipicamente e particolarmente colpite‭ (‬sembra 'muffa bianca' nella zolla radicale di terra e sulle radici‭)‬.

Quando le piante sono pesantemente infestate con le cocciniglie le foglie appassiscono,‭ ‬ingialliscono,‭ ‬e cadono prematuramente.‭ ‬A volte provocano foglie arricciate o macchie informi o scolorite e aloni rossastri o marroni su frutti‭ ‬,‭ ‬foglie o rametti.‭ ‬La corteccia infestata si può spaccare e trasudare gomma.‭ ‬Alcuni tipi di cocciniglie si nutrono anche di frutta,‭ ‬ma il danno è spesso solo estetico.‭ ‬Le cocciniglie senza scudo infestano foglie e rametti,‭ ‬ma raramente si nutrono di frutta.‭ ‬Una delle preoccupazioni principali di questo tipo di cocciniglie è la loro escrezione di abbondante melata‭ ‬,‭ ‬che contamina frutta,‭ ‬foglie,‭ ‬e le superfici sotto le piante.‭ ‬La melata favorisce la crescita di fumaggine e attira le formiche,‭ ‬che a loro volta proteggono le cocciniglie dai nemici naturali.

Quando numerose,‭ ‬alcune specie di cocciniglie indeboliscono le piante e ne rallentano la crescita.‭ ‬Alcuni rami possono morire se sono pesantemente infestati‭; ‬le foglie morte brunastre che restano sui rami fanno sembrare le piante bruciacchiate.‭ ‬Diversi anni di gravi infestazioni possono uccidere le piante giovani.‭ ‬E‭' ‬più probabile che la morte sopraggiunga ad opera di cocciniglie a scudo‭; ‬le altre riducono il vigore della pianta,‭ ‬ma raramente uccidono gli alberi o arbusti.‭

Per prevenire infestazioni di insetti‭ (‬vale per tutti non solo per le cocciniglie‭)‬:
fornire alle piante buone condizioni di crescita culturale e cure mirate,‭ ‬specialmente l'irrigazione del caso,‭ ‬in modo che siano più resistenti.‭ ‬L'ambiente protetto in genere non è favorevole all'infestazione di cocciniglie‭ (‬e di altri insetti‭) ‬certo è che se questa avviene al chiuso o su un balcone non è tenuta sotto controllo dai nemici naturali,‭ ‬ad esempio,‭ ‬il clima mite e asciutto di casa/balconi chiusi/ingressi/ballatoi favorisce il problema, inoltre‭ (‬le cocciniglie si diffondono con il caldo e l'asciutto‭ ‬-in inverno alle basse temperature sopravvivono solo uova e femmine fecondate-‭ ‬mentre possono essere uccise da una forte pioggia‭; ‬con clima mite e appartamento sono sempre attive‭!); ‬senza contare che ci si accorge di loro con ritardo perchè ad un occhio inesperto sono poco visibili e si annidano in zone nascoste della pianta.

Potare‭ ‬eliminando i rami pesantemente infestati.‭ ‬Potare per aprire i baldacchini degli alberi aiuta a controllare le cocciniglie nelle zone con estati calde:‭ ‬questa potatura aumenta la loro mortalità a causa della forte esposizione al calore di questi insetti che cercano di proteggersi da questi eccessi con la loro corazza.

Le cocciniglie sono spesso controllate da piccoli parassiti e predatori compresi scarafaggi,‭ ‬insetti,‭ ‬crisopidi‭,‭ ‬coccinelle,‭ ‬vespe parassite e acari.‭

La conservazione dei nemici naturali residenti è la strategia più efficace e più duratura,‭ ‬quindi evitare l'uso di pesticidi nella bella stagione.

Uno dei segreti è ridurre al minimo la polvere,‭ ‬che interferisce con i nemici naturali.‭ ‬Lavare per bene le piante,‭ ‬anche quelle d'appartamento può essere una prima mossa di prevenzione.

‭ ‬Se i livelli di cocciniglie sono intollerabili,‭ ‬usare un insetticida residuale breve come l'olio minerale o il sapone molle (che è molto efficace anche diluito in acqua e versato nel suolo contro le cocciniglie radicali) per ridurre le popolazioni,‭ ‬pur conservando i nemici naturali.‭

In caso di simbiosi massiccia con formiche avvolgere il tronco con un collare apiccicoso di carta moschicida circa‭ ‬5-15‭ ‬cm di altezza dovrebbe essere sufficiente nella maggior parte delle situazioni.‭ ‬Aumentare la longevità del materiale appiccicoso applicando più in alto sopra la terra per ridurre la contaminazione da detriti e innaffiamenti.‭ ‬Non avvolgere i tronchi troppo strettamente‭ (‬e controllare più volte l'anno per evitare strozzature alla corteccia‭)‬.‭ ‬Evitare l'applicazione di materiale adesivo alle superfici orizzontali dove gli uccelli possono appollaiarsi.

‭ ‬L'applicazione di olio minerale su piante in tardo inverno,‭ ‬non appena le gemme si gonfiano,‭ ‬ma non sono ancora aperte,‭ ‬è efficace contro la maggior parte delle cocciniglie.

Avanti con le stagioni è possibile comunque usare l'olio estivo,‭ ‬non applicare l'olio quando è nebbioso,‭ ‬quando gela,‭ ‬quando fa troppo caldo‭ (‬oltre‭ ‬32°‭ ‬C‭)‬,‭ ‬o se piove,‭ ‬o se queste condizioni sono previste.‭

Per alcune piante l'olio minerale è fitotossico e può danneggiarle‭ (‬come le piante grasse‭); ‬se non siamo certi del suo utilizzo proviamo il prodotto solo su una piccola parte di pianta.

Viene suggerito come efficace quando non si può usare l'olio bianco‭ (‬piante grasse ed altre risultate sensibili‭) ‬l'uso di naftalina (paradichlorobenzene) o canfora; ‬sicuramente efficace (ed innocua) è la pazienza unita ad uno spazzolino o grande spazzola a manico lungo (a seconda delle dimensioni della pianta) imbevuto d'alcool e lavoro finito con una spruzzata d'acqua‭; ‬molti di noi,‭ ‬me compresa hanno sperimentato questo metodo con successo‭! ‬Usiamo con attenzione e con cognizione di causa i vari rimedi naturali‭; ‬il tabacco suggerito tante volte è cancerogeno...

Se la pianta è gravemente infestata per incuria possiamo usare insetticidi quali piretro o piretroidi (da NON MISCELARE con olio bianco in quanto potrebbe danneggiare molte piante ornamentali e da usare a distanza di giorni; minimo una ventina); se si tratta di una pianta molto grande non raggiungibile o se non riusciamo a raggiungere alcune parti infestate,‭ ‬possiamo usare un insetticida sistemico spruzzato sulle foglie o innaffiato nel suolo sotto,‭ ‬dove viene assorbito dalle radici.‭

 ‬Fino ad ora si è usato comunemente l'imidacloprid‭ (‬prodotto commerciale tra gli altri:‭ '‬Confidor‭')‬,‭ ‬ma fortunatamente ora è posto sotto verifica e probabilmente risulterà non conforme e verrà revocato a‭  ‬partire‭  ‬dal‭  ‬1°‭  ‬febbraio‭  ‬2014.

Io non sono favorevole all'uso di tali mezzi nei nostri giardini‭; ‬se non si è fatta corretta‭  ‬prevenzione vanno eliminate le branche di piante pesantemente infestate come detto e va trattato il resto‭ (‬con olio minerale estivo o sapone molle‭) ‬sperando in una possibilità.‭ ‬Infine,‭ ‬a meno che la pianta non sia particolarmente preziosa,‭ ‬è meglio smaltire correttamente le piante infestate da parassiti prima che si diffondano ad altre piante.