Ti trovi qui:Home»Cose da Sapere A-Z»T»T di... Terra: NON lavoriamo troppo la terra; il suolo (del giardino) è vivo, erosione, difesa, pacciamatura, mulching...

T di... Terra: NON lavoriamo troppo la terra; il suolo (del giardino) è vivo, erosione, difesa, pacciamatura, mulching...

Danni da erosione Danni da erosione Foto © geograph.org.uk

L'acqua fangosa che cola ovunque quando piove è un chiaro segnale che siamo al punto di crisi‭ ‬-‭ ‬ed è tutta una questione di avidità e ignoranza.

Nel corso degli ultimi‭ ‬10‭ ‬o‭ ‬20‭ ‬anni,‭ ‬gli agricoltori e noi giardinieri abbiamo avuto la tendenza a stare sul terreno letteralmente‭ ‬12‭ ‬mesi all'anno.‭ ‬Ora stiamo raccogliendo i frutti amari di queste azioni.

I nostri supermercati sono riforniti‭ ‬52‭ ‬settimane all'anno con prodotti freschi...‭ ‬I macchinari pesanti feriscono una terra che dovrebbe essere lasciata indisturbata...ci sarà un motivo se esiste il modo di dire‭ «‬terreno vergine‭»‬,‭ ‬dove tutto è possibile,‭ ‬un miraggio per chi come me ama seminare‭!

Con l'aratura,‭ ‬la zappatura,‭ ‬la terra è continuamente spogliata ed esposta a vento e pioggia e aumentano notevolmente i tassi di erosione del suolo.‭
Per preservare il suolo,‭ ‬risparmiare petrolio,‭ ‬e per migliorare l'ambiente fisico,‭ ‬i terreni devono essere minimamente coltivati per la produzione delle colture.‭

La preoccupazione è che con l'eccesso di lavorazione si distrugge forse irreparabilmente la struttura del suolo, le sue caratteristiche.‭ ‬L'eccessiva lavorazione rompe‭  ‬in varie dimensioni le particelle minerali che costituiscono il terreno e lo rende troppo uniforme e in più distrugge l'habitat degli organismi utili. Ciò aumenta la tendenza alla compattazione,‭ ‬con conseguente scarso drenaggio e la mancanza di ossigeno nello strato superficiale,‭ ‬dove le radici delle piante e gli organismi del suolo risiedono.‭ ‬Una volta che questo accade,‭ ‬è difficile,‭ ‬se non impossibile,‭ ‬per porre rimedio,‭ ‬non si può tornare indietro e ricreare la diversità del particolato.‭

Suolo sano - Immagine © soilsforsalmon.org

Ma questa è una messa in guardia,‭ ‬una riflessione sull'eccesso di lavorazione, una considerazione su come il terreno sia vivo, non inerte, una preghiera a pensare alla difesa del suolo.‭ ‬Si può lavorare il terreno,‭ ‬tuttavia è bene evitare di farlo troppo spesso o troppo a fondo,‭ ‬e scegliere le piante per il nostro tipo di terreno,‭ ‬se è argilloso,‭ ‬argilloso sia‭! ‬Il meglio sarebbe allentare il suolo solo in superficie ogni anno‭; ‬l'obiettivo di ciascuno di noi sarebbe quello di non sfruttare il terreno,‭ ‬ma solo il nuovo suolo che si forma di riporto con le pacciamature per consentire alle culture di microorganismi di sviluppare e prosperare per il miglioramento delle nostre piante.

La lavorazione del terreno viene utilizzata per allentare il terreno superficiale,‭ ‬preparare il letto di semina,‭ ‬e controllare le erbe infestanti e i parassiti.‭ ‬Ci è stato insegnato che lavorare e girare il suolo riscalda il terreno ad un ritmo più veloce,‭ ‬ed è vero,‭ ‬tuttavia,‭ ‬molta umidità andrà persa a causa del suolo che è eccessivamente esposto all'aria.

Ridurre invece la lavorazione riduce al minimo la perdita di materia organica e protegge la superficie del suolo grazie ai residui vegetali.‭ ‬Le erbacce le ributto per terra se non sono in seme così come i resti che poto e taglio,‭ ‬se non sono malati.‭

Risparmiamo in più molta manodopera e fatica‭!

Anche una semplice forca usata impropriamente,‭ ‬può danneggiare la vita del suolo e la struttura del suolo.

La lavorazione del suolo del giardino o dell'orto rilascia una‭ «‬scia‭» ‬di nutrienti,‭ ‬che possono dare una spinta iniziale per la crescita delle colture che è impressionante‭ (‬così come avviene in agricoltura:‭ ‬ecco perchè si lavora il terreno‭)‬.‭ ‬Tuttavia,‭ ‬questo aumento delle sostanze nutritive disponibili risulta per lo più dalla morte di un gran numero di organismi del suolo.‭ ‬Questi nutrienti tendono ad essere in forme solubili e volatili,‭ ‬comunque,‭ ‬e se non sono presi immediatamente dalle radici delle piante,‭ ‬sono dilavati nelle acque sotterranee o degassificati in atmosfera.

Nel frattempo,‭ ‬dunque i cicli di vita di molte specie che vivono nel suolo sono sconvolte-i funghi benefici‭ (‬micorrize‭) ‬sono distrutti,‭ ‬le popolazioni di lombrichi che aumenterebbero la porosità del suolo,‭ ‬anch'essi distrutti.‭ ‬Se la lavorazione successiva si verifica presto e continuamente,‭ ‬abbiamo messo in atto un ciclo che degrada inesorabilmente il vigore della salute,‭ ‬e la diversità della catena alimentare del suolo.

Uno degli effetti più insidiosi della lavorazione del terreno in eccesso è la perdita di carbonio legato nel suolo sotto forma di humus.‭ ‬L'ossigeno è necessario alla vita del suolo,‭ ‬naturalmente,‭ ‬che è una delle principali ragioni per cui si lavora la terra,‭ ‬per avere una più aperta struttura dei pori.‭ ‬Eccessiva esposizione del terreno all'ossigeno,‭ ‬tuttavia,‭ ‬porta alla ossidazione del carbonio‭ (‬humus‭) ‬contenuto e la sua perdita nell'atmosfera sotto forma di anidride carbonica.‭ ‬Non solo la fertilità,‭ ‬così dipendente dal contenuto di humus è compromessa:‭ ‬l'agricoltura ad alto sfruttamento è un importante,‭ ‬e crescente,‭ ‬causa di accumulo di CO2,‭ ‬un gas serra,‭ ‬nell'atmosfera.‭ ‬Le quantità di carbonio coinvolte non sono banali‭; ‬riducendo le lavorazioni ed aggiungendo materia organica‭ (‬ricca di carbonio‭) ‬più che possiamo,‭ ‬fa sì che si invertano le emissioni di CO2:‭ ‬apportiamo al contrario humus al terreno.‭

La soluzione al cambiamento climatico comincia nel nostro quadrato‭!

L'utilizzo di sistemi colturali con lavorazione minima quindi è desiderabile e tecniche come la pacciamatura aiutano a prevenire che le gocce di pioggia provochino lesioni alla struttura della superficie.‭ ‬La lavorazione del terreno eccessiva lascia il suolo suscettibile di croste superficiali così come la rimozione dei resti del nostro giardino dalla superficie del suolo,‭ ‬la rimozione quindi della materia organica rende il suolo impoverito ed esposto all'erosione dell'acqua.‭ ‬Non avviene forse il contrario in natura‭?

Mulching di Madre Natura, pacciamatura naturale - Foto © gardenandthegoodlife.typepad.com

Pensiamo a come tutto ciò offra‭  ‬benefici a lungo termine per il miglioramento della struttura del suolo.

Cos'è il mulching‭?
E‭' ‬definito come l'applicazione di eventuali residui vegetali per coprire la superficie superiore del terreno per:
‭* ‬Conservare l'umidità del terreno.
‭* ‬Ridurre il deflusso e quindi per il controllo dell'erosione del suolo‭ (‬protegge anche dal vento‭) ‬-‭ ‬aumentare l'infiltrazione dell'acqua.
‭* ‬Controllare la crescita di erbacce.
‭* ‬Proteggere dal clima invernale.
‭* ‬Migliorare la temperatura del suolo.
‭* ‬Migliorare la disponibilità di nutrienti minerali‭ ‬-‭ ‬aggiungere sostanze nutrienti e materia organica derivata dalla decomposizione di questi residui.‭
* Migliorare l'attività biologica e l‭'‬Habitat della piccola fauna selvatica autoctona è migliorato.
‭* ‬Evitare la formazione della crosta.

La nostra risorsa di suolo negli ultimi‭ ‬100‭ ‬anni ha perso fino alla metà del suo contenuto nativo di materia organica.‭ ‬La causa principale di ciò‭ ‬-è stato dimostrato con l'esperienza di ricerche scientifiche-‭ ‬è la lavorazione del terreno con dischi,‭ ‬aratri,‭ ‬coltivatori e nel preparare il terreno per la semina.‭ ‬Se vogliamo contrastare gli effetti del degrado del suolo causato da un'eccessiva lavorazione del terreno,‭ ‬dobbiamo adottare in primis noi nel nostro giardino nuovi metodi di coltivazione:‭ ‬scegliere piante adatte al nostro terreno,‭ ‬prediligere piante perenni o annuali che richiedono per la semina solo leggero movimento superficiale,‭ ‬o la creazione di piccole buche e che si naturalizzino riseminandosi da sole di anno in anno.

Avremo maggiore umidità del suolo in primavera e le perdite per evaporazione saranno inferiori.‭ ‬Aumentando l'acqua del suolo‭ (‬il che è fondamentale soprattutto nelle zone aride‭)‬,‭ ‬attraverso una migliore ritenzione di neve e pioggia,‭  ‬si può aumentare il rendimento.
‭   ‬Una semina con lavorazione zero può migliorare le condizioni del suolo nel tempo.‭ ‬Una recente ricerca americana ha dimostrato che la disponibilità di azoto organico in questo caso è superiore.

Per mantenere la struttura di un terreno sano in giardino poi,‭ ‬cerchiamo di evitare di lavorare in terreni saturi‭; ‬quando il suolo è a pieno regime d'acqua,‭ ‬è vulnerabile alla compattazione.‭ ‬Piantare,‭ ‬zappare,‭ ‬spalare,‭ ‬lavorare e persino camminare può rendere il terreno compatto.

La forza di un piede o di una pala indiscreti nel giardino possono distruggere l'aggregazione delle particelle del terreno:‭ ‬questo si traduce in uno spazio ridotto all'interno dei pori del terreno,‭ ‬lasciando meno spazio per il movimento di aria,‭ ‬acqua,‭ ‬nutrienti e prodotti.

Letto 6767 volte
Amministratrice

Un quadrato di Giardino SHOP
http://shop.unquadratodigiardino.it/
Visitate il catalogo online del nostro vivaio; scoprirete piante perenni adatte in ogni condizione e interessanti per ogni periodo dell'anno!
Potete raggiungerci anche su info@unquadratodigiardino.it

Aggiungi commento


recaptcha_invisible

Un quadrato di giardino
    • Vivaio Piante Insolite

      Località Due Case
      Podenzano, 29027, PC (IT)
      Lun - Sab: 8.30 - 12.30 / 15.00 - 18.00
      Dom: Periodo autunno-inverno solo su appuntamento.
      Aperto fuori orario su appuntamento.
      telefono +393284181208
      email info@unquadratodigiardino.it

      Seguici

    • Newsletter

      Resta sempre aggiornato sulle novità dal mondo di Un quadrato di giardino.it